La rendita minima AVS/AI aumenta di 10 franchi

Per il 1° gennaio 2019, il Consiglio federale adegua le rendite AVS e AI all’attuale sviluppo dei prezzi e dei salari. La rendita minima aumenta di 10 franchi e quella massima di 20 franchi al mese.

La rendita minima AVS ammonta quindi a CHF 1'185.- e quella massima a CHF 2'370.- al mese. Questo s’intende per una completa durata di contribuzione. Ugualmente aumenta il limite massimo per le rendite di una coppia da CHF 3'525.- a 3'555.-. Con l'attuale aumento, il Consiglio federale tiene conto dello sviluppo dei prezzi e dei salari dall'ultimo adattamento delle rendite nell'anno 2015.

Quale Cassa AVS calcoliamo di nuovo gli importi delle rendite individuali verso la fine dell’anno e informiamo per iscritto i nostri pensionati sul loro nuovo diritto sulle rendite.
A partire dal 1.1.2019, il Consiglio federale ha inoltre deciso un adattamento dei contributi e delle prestazioni complementari nell’ambito del 1° pilastro.

2° pilastro: Adattamento degli importi limite

Nella previdenza professionale obbligatoria la deduzione di coordinamento viene aumentata da CHF 24'675 a CHF 24'885 e la soglia d'entrata aumenta da CHF 21'150 a 21'330.

La deduzione fiscale massima consentita nell’ambito della previdenza limitata (pilastro 3a) ammonta nuovamente a 6'826 franchi (adesso 6'768) per le persone che detengono già un 2° pilastro, rispettivamente a 34'128 franchi (adesso 33'840) per le persone senza il 2° pilastro. Questi adattamenti entrano in vigore anche dal 1° gennaio 2019.

Comunicati stampa dell’UFAS

Vi trovate qui: