Covid-19

Covid-19

Per arginare la propagazione del coronavirus, il Consiglio federale ha decretato misure ad ampio raggio. I seguenti mezzi sono a disposizione dei affetti per arginare le conseguenze economiche:

  • Indennità di perdita di guadagno Corona dal 17 settembre 2020

    Le persone impossibilitate a esercitare la loro attività lucrativa potranno continuare a ricevere l’indennità di perdita di guadagno per il coronavirus dopo il 16 settembre 2020, se si trovano in una delle situazioni seguenti.

    • Genitori che devono interrompere l’attività lucrativa perché la custodia dei figli non è più garantita
      La mancata garanzia della custodia dei figli da parte di terzi dovrà derivare dalla chiusura, ordinata dalle autorità, di un istituto (asilo nido, scuola o istituto speciale) oppure da un caso di quarantena. 
    • Quarantena ordinata da un’autorità
      La quarantena dovrà essere ordinata dal medico cantonale oppure da un’altra autorità. Le persone messe in quarantena al ritorno da un soggiorno in una regione a rischio che figura sull’elenco degli Stati e delle regioni con rischio elevato di contagio continueranno a non avere diritto all’indennità, tranne se il Paese in questione non era ancora sull’elenco al momento della partenza. Per le persone messe in quarantena il diritto all’indennità resterà limitato a dieci indennità giornaliere.
    • Lavoratori indipendenti la cui struttura deve essere nuovamente chiusa 
      I lavoratori indipendenti che avranno dovuto interrompere o ridurre nuovamente in misura significativa la loro attività su ordine delle autorità continueranno ad avere diritto all’indennità. In caso di chiusura di una struttura, per esempio un bar o un club, il diritto sussisterà per l’intero periodo di chiusura.
    • Lavoratori indipendenti colpiti dal divieto di svolgere manifestazioni
      Se una manifestazione sarà stata vietata dalle autorità competenti, i lavoratori indipendenti impossibilitati a fornire una prestazione in questo contesto avranno diritto all’indennità di perdita di guadagno per il coronavirus. Le indennità giornaliere saranno versate per i giorni durante i quali la manifestazione avrebbe dovuto svolgersi e per il periodo di preparazione.

    Tutte le prestazioni concesse in base all’ordinanza in vigore fino al 16 settembre 2020 scadranno automaticamente a quella data. Le persone che si trovano in una delle situazioni descritte sopra dovranno presentare una nuova richiesta alla loro cassa di compensazione. Gli aventi diritto devono comprovare le indicazioni fornite.

  • Annunci per lavoro ridotto per i vostri dipendenti

    Il lavoro ridotto è una misura mirata per evitare i licenziamenti e assicurare i salari. L’ILR potrà essere erogata anche a coloro che occupano una posizione analoga a quella del datore di lavoro. Si tratta per esempio degli associati di una società a garanzia limitata (Sagl) che lavorano nell’impresa e sono retribuiti come dipendenti.

    Le domande per l’indennità di lavoro ridotto devono essere inoltrate alla Cassa cantonale contro la disoccupazione. Troverete tutte le informazioni necessarie sul sito della SECO dedicato al nuovo coronavirus

  • Adattare l’ammontare delle fatture AVS

    Siete pregati di notificarci se pagate meno salari, rispettivamente avete un introito meno elevato, perché noi possiamo adattare di conseguenza le fatture AVS:

    • Adattamenti delle somme dei salari via «connect > Annuncio salari > Acconto Basi» o per e-mail alla contabilità: bh88@ak34.ch 
    • Adattamento dei contributi personali degli indipendenti per e-mail al reparto contributi: be88@ak34.ch

    Importante: Le ditte che ricevono indennizzi per il lavoro ridotto da parte dell’Assicurazione contro la disoccupazione devono continuare a pagare tutti contributi di legge delle assicurazioni sociali come finora.

Vi trovate qui: